Disposizioni generali

Assolvimento obblighi pubblicazione
2014
Documento di attestazione OIV
Allegato_1_Del 148_2014_oiv
2015
Documento di attestazione OIV
Allegato_1_Del-148_oiv

Programma per la trasparenza e l’integrità 2015-2017
piano triennale per la trasparenza

Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017
piano triennale prevenzione della corruzione

Piano triennale di prevenzione della corruzione 2016-2018
Piano triennale Anticorruzione_Trasparenza CATO 2016_2018
Mappatura allegato A)

Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019
PTPCT 2017_2019
All A – tabella aree_processi_rischi
All B – misure anticorruttive
All C – Piano formazione
All D – Codice di comportamento dipendenti CATO

Atti generali

Ente posto in liquidazione ex l.r. n.5/2016

Al sito di Normattiva è possibile visualizzare le norme citate

Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152
Norme in materia ambientale.

Legge regionale 23 giugno 2005, n. 13
Organizzazione del servizio idrico integrato e individuazione degli ambiti territoriali ottimali in attuazione della legge 5 gennaio 1994, n. 36 (Disposizioni in materia di risorse idriche).

Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267
Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali

Ulteriori precisazioni
Va precisato che l’art. 2, comma 186 bis, della L. n. 191/2009 prevedeva che, entro il 1° gennaio 2011, venissero soppresse le Autorità d’ambito territoriale e che entro tale termine le Regioni provvedessero a trasferire le funzioni già esercitate dalle Autorità, nel rispetto dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza. È intervenuto, quindi, l’art. 1 del Decreto-Legge n. 225/2010 il quale ha prorogato al 31 marzo 2011 il termine di scadenza per la soppressione delle Autorità d’ambito. Tale termine è stato ulteriormente prorogato prima al 31 dicembre 2011 dal D.P.C.M. 25-3-2011 e, successivamente, al 31 dicembre 2012 dall’art. 13, comma 2, D.L. 29 dicembre 2011, n. 216.
Nel frattempo la Regione, con l’art. 4 della L.R. 29 dicembre 2010, n. 22 – commi 44, 45 e 46 – come modificato dall’art. 208 della L.R. n. 26/2012, ha individuato nelle strutture denominate Consulte d’ambito per il servizio idrico integrato gli organismi istituzionalmente deputati ad assumere le funzioni esercitate dalle Autorità d’ambito territoriale ottimale in materia di servizio idrico integrato, stabilendo che queste subentrano nelle funzioni delle Autorità d’ambito territoriale ottimale a far data dalla soppressione delle Autorità medesime. La Legge regionale ha previsto, inoltre, che le Consulte d’ambito per il servizio idrico integrato subentrino in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi che facevano capo alle Autorità d’Ambito territoriale ottimale, anche con riferimento agli atti interni quali statuti, deliberazioni e determinazioni, al personale e agli organi delle sopra citate Autorità.
A partire dal 1° gennaio 2013, dunque, l’Autorità d’ambito dell’ATO “Occidentale” è stata soppressa e la Consulta d’ambito per il servizio idrico integrato dell’ATO “Occidentale” (CATO) è subentrata nelle sue funzioni.

Statuto della Consulta d’Ambito
STATUTO CATO Occidentale

DPCM del 20.07.2012
Individuazione delle funzioni dell’Autorita’ per l’energia elettrica ed il gas attinenti alla regolazione e al controllo dei servizi idrici, ai sensi dell’articolo 21, comma 19 del decreto-legge del 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214
Link sito Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico

Codice disciplinare e codice di condotta
Codice di comportamento CATO Occidentale